Come iscriversi a Heyos e come installare banner, tooltip e altre creatività.

Comincio conHeyos una rassegna dei principali circuiti pubblicitari che possono essere usati dai blogger inalternativa a Adsense. Si tratta di società italiana collegata con la concessionaria che fa capo a Yahoo. C’è la sezione per gli inserzionisti e quella per gli webmaster che è quella che ci interessa di più in questa sede.

Per iscriversi bisogna riempire questo modulo di contatto in cui dovremo indicare tra l’altro

  1. Nome e Cognome
  2. Password
  3. Email
  4. Indirizzo
  5. Numero di telefono
  6. Codice Fiscale
  7. Metodo di pagamento: Paypal o Bonifico bancario. In quest’ultimo caso dovremo inserire il codiceIBAN e quello SWIFT del nostro conto corrente.
  8. Indirizzo e descrizione del nostro sito.

Il punto [8] merita un approfondimento perché, anche se Heyos accetta pure i domini gratuiti di terzo livello tipo miodominio.blogspot.com, è preferibile indicarne uno di secondo livello tipowww.miodominio.comaffinché venga accettato. La decisione sarà comunicata entro 2 giorni lavorativi e accettano siti anche con soli 100 visitatori al giorno che abbiano comunque una grafica accettabile.

Dopo che l’account è stato inserito nei loro server si potrà accedere all’account. Oltre ai classici banner illustrati e di testo è possibile inserire nel sito anche slide (banner che appaiono in fondo alla pagina),tooltip (pubblicità contestuale in alcune parole chiave), finestre, newsletter, ecc. Per la pubblicità hotspot che è simile a quella degli insiemi di link di Adsense, occorre aspettare una quarantina di giorni lavorativiperché il sito dovrà essere approvato da Yahoo.

La soglia minima di pagamento è di 50 euro se si è sceltoPaypal mentre è di 200 euro per il bonifico bancario. Essendo un’azienda USA i publisher europei dovranno emettere una fattura senza IVA. Sarà poi loro compito denunciare al fisco l’introito.

Per acquisire il codice da inserire nel blog dobbiamo andare su Tags > Prelievo codici

heyos-annunci

scegliere il formato, selezionare e copiare il codice. Si possono variare alcune parti che riguardano i colori per renderli adatti a quelli del nostro blog

heyos_color_border = “5BBF00”;
heyos_color_bg = “F5FFEC”;
heyos_color_link = “005B88”;
heyos_color_text = “000000”;
heyos_color_url = “0033FF”;

I codici dei colori sono stati evidenziati di rosso e devono essere inseriti senza cancelletto. Per l’installazione sulla piattaforma Blogger si usa lo stesso metodo impiegato per Adsense e illustrato in questo articolo. Il codice dovrà in sostanza essere convertito da HTML in XML. Con WordPress invece si incolla nei moduli di Post Layout esattamente come per Adsense.

Con Heyos si possono usare anche altre forme di pubblicità quali i tooltip

heyos-tooltip

Alcune parole chiave dell’articolo saranno evidenziate di colore verde e, se si punteranno con il mouse, visualizzeremo un annuncio pubblicitario contestuale. Per questa pubblicità si va sempre su Tags > Prelievo codici ma si sceglie Tooltips Adv

tooltips-adv

Il codice dovrà essere incollato in fondo al modello prima del tag </body>. In Blogger si va in Designer > Modifica HTML mentre in WordPress si apre l’editor dell’Aspetto e si va in piè di pagina o analogo. PerBlogger è buona norma convertire l’HTML in XML mediante lo strumento Parse già illustrato. Il colore del tooltip può essere anche cambiato. Un procedimento analogo si usa per gli Slide e altre creatività.

Attraverso il nostro account potremo aggiungere altri siti in cui mettere gli annunci. Questi verranno visionati e approvati entro 48 ore. Il problema di Heyos, come di tutti i circuiti pubblicitari alternativi a Adsense, è che c’è poca contestualizzazione visto che la società ha a disposizione un numero nettamente inferiore di inserzionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *